Bari celebra il centenario della Morte di Kafka all’Archivio di Stato con Pierfranco Bruni e “La verità tragica”

Bari celebra il centenario della morte di Kafka sul piano istituzionale con Pierfranco  Bruni all’Archivio di Stato del Ministero della Cultura 
     In occasione del centenario della morte di Franz Kafka l’Archivio di Stato di Bari -Ministero della Cultura- ha organizzato un incontro per ricordare e omaggiare lo scrittore del “Processo” e del “Castello” con in incontro presentando il saggio racconto di Pierfranco Bruni dedicato a “Kafka. La verità tragica” Edito da Solfanelli. Un lavoro che affronta le diverse problematiche kafkiane all’interno del Novecento delle crisi e della decadenza. 
<br>L’incontro si svolgerà il prossimo 18 aprile 2024 alle ore 10.30 proprio all’interno delle sale dell’archivio di Stato. Introdurrà il direttore dell’Archivio di Stato di Bari. Verranno formulati in occasione dell’incontro i saluti Istituzionali del Presidente della Commissione Cultura di Modugno Davide Tosca
Questo Kafka di Pierfranco Bruni è un baule che racchiude ribellione e rivolta. Camus è di casa. Lo straniero – che, chissà, potrebbe essere identificato con l’Autore stesso – viaggia verso l’isola e giunge all’esilio. In tal senso, questo Kafka è anche un simbolico mosaico in cui gli echi e le voci giungono da un navigante che si trova spinto dalle onde omeriche verso il ritorno o verso le Colonne d’Ercole.
     Così Bruni ci provoca: “Chi vuole realmente capire ciò che ho cercato di dire, forse senza ovvietà, legga il libro. Sono disposto a mettere tutto in discussione in un’altra vita, in quella immortale che non conosce, a mio avviso bonario, accuse, colpe e procedimenti. Solo in questa vita sono ammessi gli avvisi di garanzia. Non è la bellezza che si consuma nel passaggio di un attimo. Siamo noi che ci illudiamo di poter fermare l’attimo in una eternità. Da qui le nostalgie si incavano nella vita”.
Bari è la prima città della Puglia che celebra la figura e l’opera di Kafka nel centenario della morte proprio attraverso il saggio di Pierfranco Bruni.
……

Pierfranco Bruni è nato in Calabria e vive tra Roma e la Puglia. Scrittore, poeta, italianista e critico letterario, già direttore archeologo presso il Ministero della Cultura. Esperto di Letteratura dei Mediterranei, vive la letteratura come modello di antropologia religiosa. Ha pubblicato diversi testi sulla cristianità in letteratura. Il suo stile analitico gli permette di fornire visioni sempre inedite su tematiche letterarie, filosofiche e metafisiche. Si è dedicato al legame tra letteratura e favola, letteratura e mondo sciamanico, linguaggi e alchimia. Ha pubblicato oltre 120 libri, tra poesia saggistica e narrativa. È presidente del Centro Studi e Ricerche “Francesco Grisi”. Ricopre incarichi istituzionali inerenti la promozione della cultura e della letteratura. Recentemente, con decreto del Ministro della Cultura, è stato nominato Presidente della Commissione per il conferimento del titolo di “Capitale italiana del Libro 2024“.