COMUNICATO STAMPA

27 Ottobre 2023 – AGAPE CAFFE’ LETTERARI D’ITALIA E D’EUROPA e
AST Ascoli Piceno organizzano ad Ascoli Piceno presso il Palazzo dei
Capitani il 1 CONVEGNO INTERNAZIONALE Il Valore della Poesia nella
contemporaneità tra Letteratura e Psicoanalisi, intitolato al Prof. MARIO
PAZZAGLIA (Professore emerito di Lingua e Letteratura italiana presso
la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bologna,
nonché Presidente e Fondatore dell’Accademia Pascoliana e
prestigioso autore dell’Antologia della Letteratura Italiana)
L’evento vede il patrocinio dei seguenti Enti:
Comune di Ascoli Piceno, AST di Ascoli Piceno, Università degli Studi di
Teramo, Università degli Studi di Camerino, Università degli Studi di Urbino,
Centro Poesia Marche, Rotary E-Club of Latino America, Fidapa Distretto<br>Centro-Sezione di Ascoli Piceno, 50&PIÙ, Caffè Meletti, Edilpalma.
Saranno presenti in sala per i Saluti delle Autorità: L’On. Giorgia Latini,
VicePresidente della Commissione Cultura, Scienza ed Istruzione Camera
dei Deputati Italiana, Il Sindaco del Comune di Ascoli Piceno, Marco
Fioravanti, il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Teramo, Prof.
Dino Mastrocola, accompagnato dal Preside della Facoltà di Scienze delle
Comunicazioni Prof. Christian Corsi e il Magnifico Rettore dell’Università
degli Studi di Camerino Prof. Claudio Pettinari, la Direttrice Artistica del
Caffè Meletti Anna Monini, l’Assessore all’Istruzione ed all’Università del
Comune di Ascoli Piceno Prof.ssa Donatella Ferretti, l’Assessore agli Eventi
del Comune di Ascoli Piceno Prof.ssa Monia Vallesi, il Prefetto del Rotary
E-Club of Latino America, Nicola Bergamaschi.
Interverranno in qualità di moderatori:
ANGELO MARCO BARIOGLIO, Direttore U.O.C di Psichiatra Territoriale
AST Ascoli Piceno e scrittore che parteciperà anche come Moderatore e
GAIA BARONI, Psichiatra Territoriale e Poetessa.
Interverranno in qualità di Relatori:
ANTONIO LERA, Neuropsichiatra e Psicoterapeuta, Presidente Agape
accademia Caffè Letterari d’Italia e d’Europa, Scrittore candidato al Nobel per
la Letteratura 2023, (che ha visto l’affermazione dello Scrittore Norvegese
Jon Fosse), autore di numerosi Libri, recente vincitore del Premio Procida
Elsa Morante 2023, che parteciperà anche come relatore con l’intervento dal
titolo “SOGNO O SON DESTO: V’È PIÙ POESIA IN UN SOGNO O PIÙ
SOGNO IN UNA POESIA?” e
PIERFRANCO BRUNI, Archeologo direttore del Ministero Beni Culturali, già
componente della Commissione UNESCO per la diffusione della cultura
italiana all’Estero, presidente del Centro Studi “Grisi”, con all’attivo incarichi
istituzionali inerenti la promozione della cultura e della letteratura nei Paesi
Esteri, responsabile, per conto del MiBAC, del progetto di studio sulle
Presenze minoritarie in Italia, Scrittore, autore di numerosi Libri, Candidato al
Nobel per la Letteratura nel 2016, con l’intervento dal titolo: “UN VIAGGIO
METAFISICO NELLA POESIA”;
FRANCA MARONI, Scrittrice, Presidente del Centro Poesia Marche,
Presidente Fidapa, Coordinatrice dei Caffè Letterari al Meletti, con l’intervento
dal titolo: “LA VIA DELLA POESIA”;
CRISTIAN MUSCELLI, Psicoterapeuta psicoanalitico ad indirizzo Lacaniano,
Docente Università del New Hampshire, Scrittore, con l’intervento dal titolo:
“LA PAROLA POETICA E IL MALINTESO”;
VITTORIA M. LEONE, Docente di Lettere classiche nei Licei di Stato, con
l’intervento dal titolo: “LA PASSIONE IN VERSI: LA POESIA DI CATULLO
NEL MONDO CONTEMPORANEO”;
UMBERTO PIERSANTI, Scrittore, autore di numerosi Libri, Candidato al
Nobel per la Letteratura nel 2005, presente in diverse antologie italiane e
straniere, con l’intervento dal titolo: “MEMORIA, NATURA E STORIA
NELL’OPERA DI UMBERTO PIERSANTI”.
Al termine delle due sessioni mattutina e pomeridiana del Convegno
avverranno i Conferimenti dei riconoscimenti assegnati per l’anno 2023
relativi al PREMIO AGAPE CAFFÈ LETTERARI D’ITALIA E D’EUROPA
sia per le due Sezioni principali intitolate all’Emerito Prof. Mario
Pazzaglia:
• LETTERATURA tra i premiati gli Scrittori Umberto Piersanti, Pierfranco
Bruni, Franca Maroni, Simona Adivincula, Carlos Sanchez, Arturo
Bernava;
• CULTURA ACCADEMICA tra i premiati Claudio Pettinari, Giorgio
Calcagnini, Dino Mastrocola, Christian Corsi e Vittoria Leone;
che per le altre sezioni:
• COMUNICAZIONE ETICA intitolata al compianto ed amatissimo
Fabrizio Frizzi autorevole figura della Comunicazione televisiva: tra i
giornalisti premiati Micaela Palmieri, Andrea Barchiesi, Francesca Di
Giuseppe, Luca Pompei, Anna Di Giorgio, Rosita Spinozzi;
• CULTURA E SCIENZE intitolata all’illustrissimo Prof. Mauro Laeng
(Fondatore e Direttore dell’Enciclopedia Pedagogica e Direttore del
Museo Storico dell’Educazione, infine insignito della Medaglia d’Oro del
Presidente della Repubblica): tra gli accademici premiati Fabio
Franciolini, Franco Eugeni, Lucio Minuti, Pier Luigi Gentili;
• CULTURA SOCIALE intitolata al Dott. Giorgio Mariani, autorevole
figura della Sanita’ Marchigiana: tra i premiati Gabriella Ceneri
Presidente Fondazione Anffas Grottammare;
• CULTURA INCLUSIVA ED ARTE intitolata al Prof. Giuseppe Masi: tra
i premiati la Rotariana Gianna Prapotnich, il Presidente
dell’Associazione De Finis Onlus Maurizio Ielo, i Pittori Emidio Mozzoni
e Gabriele Partemi e lo scrittore Beniamino Cardines.
Anticipazioni del dibattito da alcuni dei relatori, Antonio Lera: “E’ in quel
Sogno o Son desto racchiuso il mistero del nostro vivere, spesso confusi tra
immagini, paure, desideri e loro realizzazioni allucinatorie al di là di ogni
funzione profetica e comunicativa e di ogni interpretazione o catalogazione. E
come Artemidoro distingueva due tipologie di Sogno: oneiros o sogno vero e
proprio a valenza premonitoria ed enypnion esprimente quei desideri latenti o
meno del momento, noi potremmo distinguere due tipologie di Poesia: quella
a valenza astratta, partorita in rappresentazione grafica prodotta da
sensazioni, stati, molto più simile al sonno “movimento verso il basso o
degradazione” e quella a valenza terapeutica che possiede la capacità di
curare le ferite esistenziali molto più simile al sogno “movimento dell’animo
verso l’alto o elevazione”. Ragion per cui, non resta che augurarsi che vi sia
molto più Sogno nella Poesia per renderla prelibata e unica, ma nello stesso
tempo che la Poesia stessa possa contribuire con la sua preziosa presenza a
rendere il Sogno qualcosa di speciale ed indimenticabile, come la vita stessa
e la sua funzione possa essere di grande utilità soprattutto per apparecchiare
la pace, la cooperazione sociale, l’abbattimento di inutili steccati ideologici,
politici, razziali e l’apertura al dialogo ed alla comprensione delle diverse
posizioni esistenziali. Insomma Poesia come volano di appartenenze
planetarie ed universali, lubrificante del viversi accanto e del volersi bene
autentico e solidale”; Pierfranco Bruni: “Quando la poesia è metafisica il
tempo della storia non si racconta. Si abita. Si abita nell’esistenza oltre la
cronaca e lungo un infinito e un orizzonte si tracciano le vie che dal cuore
partono e al cuore ritornano. La poesia non è soltanto un linguaggio della
scrittura. È la scrittura che diventa espressione del proprio essere.
Comprendere. Esserci. Viversi. Cercarsi. Non dimenticarsi. Logos e memoria.
L’isola che portiamo in noi è un linguaggio della lingua certamente. Ma è
soprattutto quella metafisica che ci permette, o dovrebbe permetterci, di
restare nel mosaico del nostro essere Fede [nella laicità dei sentieri] e
Ragione”;
A seguire Caffè Letterario al Meletti condotto dall’Assessore
all’Istruzione ed all’Università del Comune di Ascoli Piceno Prof.ssa
Donatella Ferretti e dalla Direttrice Artistica Anna Monini, con i
partecipanti al Convegno