Manzoni celebrato a Tortoreto Lido con grande partecipazione di pubblico

di Stefania Romito

Quando le emozioni sono in grado di sfidare i confini dello spazio e del tempo. Si è appena concluso un nuovo importante incontro manzoniano rientrante nell’ambito del Progetto Scientifico Nazionale “Manzoni 150” coordinato scientificamente da Pierfranco Bruni, patrocinato dalla Camera dei Deputati e dal Comune di Milano. Alessandro Manzoni è stato celebrato, con grande successo di pubblico, nel cuore di una tra le più rinomate località turistiche abruzzesi: Tortoreto Lido. Il Circolo del Tennis ha accolto entusiasticamente la presentazione del volume manzoniano “Alessandro Manzoni – La tradizione in viaggio” edito da Solfanelli Editore, pregevole espressione del Progetto. L’incontro ha visto la partecipazione di Stefania Romito (curatrice del testo), di Franca De Santis (Presidente Associaz. culturale “Terra dei Padri”) e di Gianluigi Chiaserotti (storiografo).

Arianna Del Sordo, Vice Sindaco e Giorgio Ripani, Assessore alla Cultura e al Turismo, hanno posto l’accento sull’importanza di ricordare Alessandro Manzoni in questa nostra contemporaneità la cui opera è portatrice di valori essenziali di grande attualità, temi ripresi dalla prof.ssa Eleonora Cruciani (Presid. Associaz. culturale “Insieme”) la quale ha ricordato l’importanza del linguaggio del romanzo manzoniano, collante culturale in un’Italia ancora politicamente e geograficamente frammentata.

Gli interventi di Stefania Romito e Franca De Santis si sono orientati sul percorso compiuto dall’indagine manzoniana ad iniziare dagli esordi poetico-letterari ancora privi di implicazioni teologiche e filosofiche. Bisognerà attendere il 1850 con la pubblicazione del “Dialogo dell’invenzione”, di chiara ispirazione rosminiana, per assistere nel Manzoni all’impiego della filosofia quale raffinato strumento che gli consentirà di portare a compimento tematiche a lui care come la ricerca del “vero poetico”. Il rapporto con Goethe e Antonio Rosmini è stato indagato in maniera suggestiva rispettivamente da Franca De Santis e Stefania Romito, a dimostrazione di come l’influenza di questi grandi pensatori abbia contribuito a rendere immensa l’opera di Alessandro Manzoni. Ad affrontare il tema della Provvidenza è stato lo storiografo Gianluigi Chiaserotti il quale ha effettuato un interessante attraversamento di quelli che sono i luoghi maggiormente rappresentativi in cui emerge con maggiore evidenza la suggestiva tematica manzoniana.

Un incontro all’insegna dell’alta letteratura e delle sue implicazioni storiche e filosofiche con riferimenti al mondo dell’arte attraverso i lavori scultorei “manzoniani” realizzati dagli allievi del Liceo artistico di Vasto “Pantini Pudente”.

Prossimo appuntamento in calendario: 17 agosto – Alfedena (AQ).

Pagina Facebook: Progetto Scientifico Nazionale “Manzoni 150”

Per info: istitutodiculturaletteraria@gmail.com

Video evento: https://youtu.be/Od1zWHxMXCk