Pierfranco Bruni, candidato al Nobel per la letteratura 2023

di Franca De Santis

L’Associazione culturale Terra dei Padri, con sede a Termoli, in gemellaggio con Verso un Nuovo Rinascimento APS di Milano ed altre numerose istituzioni culturali candida lo scrittore Pierfranco Bruni al Premio Nobel per la Letteratura 2023.

L’annuncio ufficiale è stato fatto ieri sera dalla Presidente dell’Associazione di promozione sociale Verso un Nuovo Rinascimento, Rosella Maspero, durante la settima edizione del Festival del Nuovo Rinascimento a Milano che ha visto la partecipazione straordinaria dello scrittore poeta e saggista Pierfranco Bruni.

Lo scrittore già candidato al Nobel per la Letteratura nel 2015, al quale la giornalista e scrittrice Stefania Romito ha dedicato la sua recente pubblicazione dal titolo  “L’anima poetica di Pierfranco Bruni” (Passerino Editore), viene nuovamente candidato al prestigioso riconoscimento da parte dell’importante realtà culturale milanese, fondata dall’artista Davide Foschi, da anni in prima linea per la divulgazione della cultura e la riscoperta della Bellezza e della Meraviglia attraverso l’arte, la letteratura e tutte le più sublimi espressioni dell’essere umano.

 «Il nostro ruolo si nobilita attraverso progetti e intenti di altissimo livello verso cui tendiamo, per natura, grazie ai nostri ideali e valori- progetti e intenti che realizziamo concretamente, anno dopo anno con profondo impegno e dedizione.

Uno fra i compiti che ci contraddistinguono è anche quello di saper riconoscere quando ci troviamo dinanzi ad un “gigante” nel suo ambito e di conseguenza è naturale, per noi, desiderare che tale riconoscimento possa esser decretato universalmente.

Abbiamo deciso di iniziare l’anno volando molto in alto. Con immensa gioia annunciamo che, considerati lo straordinario curriculum e l’indiscutibile eccellenza letteraria e umana di Pierfranco Bruni, abbiamo presentato la sua candidatura al Nobel per la letteratura 2023.

Pierfranco Bruni , presidente per il terzo anno consecutivo del nostro Premio Letterario “Terra dei padri” che nel 2023 seguirà la traccia “L’Italia, fra Risorgimento e Romanticismo” , iniziativa che affiancherà il Progetto “Alessandro Manzoni a 150 anni dalla morte” di cui è direttore scientifico.

Pierfranco Bruni, oltre che scrittore, poeta e saggista, è filosofo, critico e teorico della letteratura. Tra i più apprezzati esperti di letteratura italiana al mondo. Già Direttore del Ministero dei Beni culturali, ha fondato il dipartimento di Demoetnoantropologia, ricoprendo la carica di Responsabile delle Minoranze etniche nel nostro Paese. È Presidente del Centro Studi e Ricerche “Francesco Grisi”, Vicepresidente del  Sindacato Libero Scrittori italiani (con sede a Roma). La sua ricerca letteraria, che si articola attraverso più di 200 testi pubblicati (tra raccolte liriche, saggi di critica e teoria della letteratura e romanzi di narrativa) si distingue per la volontà di delineare nuovi intrecci interdisciplinari tra letteratura filosofica, storia delle idee e antropologia. Insignito per ben tre volte del Premio Cultura della Presidenza del Consiglio dei ministri, Pierfranco Bruni è destinato a essere annoverato tra i grandi autori della storia della letteratura italiana che le future generazioni studieranno a scuola al pari di Dante, Leopardi, Manzoni.